Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie ed Eventi > 20 luglio 2013: appuntamento con il "simulatore di guida"

20 luglio 2013: appuntamento con il "simulatore di guida"

14.07.2013

20 luglio 2013: appuntamento con il "simulatore di guida"

Un perfetto connubio tra sicurezza stradale e sport automobilistico.
L’iniziativa promossa dall’Automobile Club di Lucca in occasione della 48a edizione del Rally Coppa Città di Lucca, vedrà l’installazione di un avanzato simulatore di guida per testare le reazioni dell’automobilista in situazioni di pericolo.
Nella giornata di sabato 20 luglio presso il Foro Boario di Lucca, durante le verifiche sportive e tecniche dei veicoli partecipanti alla gara organizzata dalla Scuderia Balestrero, il simulatore di guida sarà a disposizione di tutti gli interessati a partire dalle ore 9.00 e fino alle ore 18.00.
In questo modo tutti coloro che desidereranno mettersi alla prova, potranno, attraverso l’uso del simulatore, testare le proprie capacità alla guida.
ACI, che da sempre è in primo piano nel campo della sicurezza stradale, si è nuovamente fatta promotrice della guida sicura attraverso la realizzazione di un network di autoscuole che ha come obiettivo proprio quello di formare conducenti consapevoli dei propri comportamenti e capaci di una guida corretta, sicura e piacevole.
Il progetto denominato Ready2Go, infatti integra la didattica tradizionale con nuovi contenuti, tra cui proprio l’uso del simulatore di guida, il tutto al fine di realizzare un percorso mirato alla formazione di una nuova generazione di automobilisti dotati di una sempre maggiore cultura della sicurezza e della prevenzione.
Proprio al fine di sensibilizzare il mondo dei giovani, l’Automobile Club di Lucca ha deciso di veicolare, attraverso l’appuntamento automobilistico dell’anno che richiama numerosi appassionati, il messaggio della sicurezza in strada.
"Per l’Automobile Club di Lucca - dichiara il Direttore Dott. Luca Sangiorgio - lo sport automobilistico è anzitutto rispetto delle regole e quindi riteniamo opportuno evidenziare che la sana passione sportiva sia vissuta sempre in sicurezza, soprattutto per i più giovani, ai quali il progetto Ready2go è dedicato".