Home > Notizie ed Eventi > ELEZIONI 2019/2023:LUCA GELLI SI RICANDIDA ALLA GUIDA DI ACI (...)

ELEZIONI 2019/2023:LUCA GELLI SI RICANDIDA ALLA GUIDA DI ACI LUCCA

14.05.2019

Se i primi 4 sono stati gli anni del cambiamento, i secondi 4 saranno quelli del consolidamento e dell’ulteriore crescita, in tutti i campi dove l’Automobile Club di Lucca vuole giocare un ruolo da protagonista. Parola di Luca Gelli, presidente uscente dell’Ente di via Catalani, e ricandidato alla presidenza per un altro quadriennio di mandato. Con lui correrà anche una squadra nuova, composta da persone conosciute che possano portare al sodalizio automobilistico tre dote necessarie: esperienza, capacità e passione. Ecco allora che ci sarà Sara D’Ambrosio, sindaco di Altopascio, che rappresenta il legame tra Aci, territorio, cittadini e istituzioni, andando a confermare quel ruolo di collegamento con le persone e di servizio per gli enti che Aci Lucca ricerca e costruisce quotidianamente. E ancora Calogero La Porta, comandante della Polizia Stradale fino a pochi mesi fa, oggi in pensione, che porterà esperienza e competenza su tutte le questioni relative alla sicurezza stradale, alla viabilità e alla mobilità. Un impegno autorevole sul versante sportivo verrà garantito da Mauro Lenci, affermato pilota di rally, che già oggi collabora con Aci e Aci Sport per l’organizzazione dei corsi di prima licenza. Infine Giovanni Biagi, avvocato e professionista stimato, legato a doppio filo al mondo del lavoro e della società civile.

"Mi ricandido alla guida dell’Aci Lucca - commenta Gelli -, e lo faccio accompagnato da quattro persone nuove e capaci che sono sicuro potranno portare un’effettiva crescita all’Ente. Sono stati quattro anni molto belli, ricchi di soddisfazioni, impegnativi e stimolanti: il rapporto con il direttore, Luca Sangiorgio, con la nostra fiduciaria sportiva, Sandra Paterni, e con tutti i delegati della provincia, hanno reso il mio lavoro ancora più facile e produttivo. Abbiamo costruito uno squadra che lavora per il bene e la crescita del proprio territorio di riferimento: questo era il primo obiettivo che mi ero prefissato e oggi posso dire di averlo raggiunto". Un ruolo, quello di Aci Lucca, che dovrà essere sempre più di sostegno e sussidiarietà ai cittadini, alla comunità che rappresenta, alle istituzioni e in generale alla provincia di Lucca nella sua interezza. "Creiamo servizi e li mettiamo a disposizione di tutti per il benessere di tutti - continua il presidente - Penso all’impegno per l’educazione e la sicurezza stradale, che portiamo con costanza dentro le scuole di ogni ordine e grado e nelle piazze, che divulghiamo attraverso il gioco, prove pratiche, proposte concrete alle istituzioni e l’adesione al programma Aci ready to go, che coinvolge direttamente le scuole guida del territorio. Un impegno che abbiamo trasferito anche sul piano legislativo, con la campagna "A scuola sicuri", per l’installazione obbligatoria delle cinture di sicurezza sugli scuolabus, diventata oggi disegno di legge, approvato all’unanimità in commissione al Senato. Ma penso anche allo sport e alla valorizzazione e promozione della tradizione motoristica storica e moderna lucchese legata a doppio filo alla valorizzazione artistica del nostra provincia: non solo supportiamo tutte le manifestazioni automobilistiche che nascono o coinvolgono il territorio, non solo organizziamo il Premio Rally Aci Lucca, i corsi di prima licenza e tante altre attività a supporto dello sport, ma siamo anche uno dei pochi enti a livello nazionale a organizzare direttamente un rally storico, la Coppa Ville Lucchesi, che tornerà il 12 e 13 luglio e toccherà Lucca, Capannori, Altopascio, Montecarlo e Villa Basilica. Infine penso ai cittadini e alla grande comunità che rappresentiamo e che sosteniamo, con l’erogazione di servizi vantaggiosi e con il supporto diretto a tutto ciò che sul territorio si muove: partecipiamo direttamente alla creazione di progetti nuovi, ne abbiamo proprio uno che presto presenteremo al pubblico con la casa editrice Maria Pacini Fazzi, oppure sosteniamo le manifestazioni culturali che si sviluppano in provincia".
La comunità a cui fa riferimento il presidente Gelli è composta da oltre 20mila soci. "Un numero sorprendente - conclude -, che ci ha permesso di scavalcare Varese e diventare il nono ente in Italia per numero di soci. Un risultato che abbiamo raggiunto grazie soprattutto ai nostri delegati, che sono l’anima vera e propulsiva di Aci Lucca. Con loro condivideremo il nuovo obiettivo che ci siamo dati: guardare sempre più ai giovani, andarli a cercare, farli associare al Club e coinvolgerli nella definizione di proposte concrete". Le votazioni per il rinnovo delle cariche di Aci Lucca si terranno il 14 giugno dalle 10 alle 14 al seggio di via Catalani, a Sant’Anna. Può votare chi è socio Aci almeno dal 19 febbraio 2019.